La storia del Forno a Legna

pompeii-bakery

Il vero cuore della Fiaschetteria-Pizzeria Al Grottino è il nostro forno a legna, strumento che ricorda subito il calore della propria casa. Ma quando nasce il forno a legna? Il primissimo forno a legna risale al tempo degli egizi, gli stessi che, tra l’altro, scoprirono il grande potere dei lieviti. Sono state scoperte nel tempo strutture coniche costruite in mattoni di argilla presa dalla Valle del Nilo in cui la parte superiore era ben distante dalla “camera” del fuoco costruita in pietra, che assorbiva il calore trasmettendola nella parte superioreFurono i greci a portare avanti il forno a legna perfezionandolo ulteriormente creando una volta a cupola creando la camera unica. I Romani iniziarono a costruire forni imparando dai greci per cuocere i cibi, per il pane e per le primissime forme di pizza. La scoperta della cottura del cibo con il forno fu davvero rivoluzionaria a Roma tanto che il re Numa Pompilio proclamò i fornacalia, un’antichissima festa celebrata nei primi quindici giorni di febbraio in onore di Fornace, o Vesta, che custodiva il forno per il pane. Durante la festa si offriva la mola salsa, chicchi di farro abbrustoliti e pestati in un mortaio. La cultura del forno uscì fuori le mura di Roma arrivando a Pompei dove si iniziarono a vedere i primi forni con un interno ad arco con un’intercapedine che fungeva da isolante. Da quel tempo non ci sono stati grandi cambiamenti nella costruzione del forno a legna; nei primissimi anni del 1900 si iniziarono a vendere forni prefabbricati dalla messa in opera piuttosto semplice dato che scarseggiavano artigiani in grado di costruire forni in maniera artigianale.

Recent Posts
AL GROTTINO